notti brave after di carl brave

Notti Brave After di Carl Brave è uscito pochi mesi dopo il primo album ufficiale del rapper, intitolato appunto Notti Brave.

Notti Brave After di Carl Brave è un album di solo 7 tracce e, per prima cosa, sarebbe interessante capire se è da considerare un album a parte oppure un’estensione di Notti Brave.

Notti Brave After di Carl Brave: la consacrazione

Notti Brave After di Carl Brave non si presenta come un’edizione deluxe del vecchio disco. Notti Brave After è un capitolo di chiusura, è l’album che consacra definitivamente Carl Brave come artista affermato, che ha trovato una sua identità ben precisa all’interno della scena urban, pop e della musica italiana in generale.

In pochissimo tempo, Carl Brave si è confrontato con i nomi più disparati della musica italiana, districandosi tra Fabri Fibra e Max Gazzè, tra Guè Pequeno e Francesca Michielin. Il tutto, senza mai snaturare il suo stile, diventato ormai un vero e proprio marchio di fabbrica.

Quello di Carl Brave è stato un percorso intensissimo. Un tragitto che lo ha portato dal successo di Polaroid con Franco 126 all’affermazione come cantante solista, grazie all’inconfondibile sound che già in Notti Brave aveva trovato la sua massima espressione.

Notti Brave After è la chiusura del cerchio, l’affermazione di un artista che, con la sua originalità, è riuscito a ritagliarsi uno spazio all’interno del panorama musicale italiano.

Notti Brave vs Notti Brave After

Facciamo un passo indietro. Uscito a Maggio 2018, avevamo considerato Notti Brave una straordinaria compilation in grado di farci saltare da un capitolo all’altro della vita di Carlo. Era un album fatto di episodi a sé stanti, raccontati da Carl Brave e dalla lunga lista di featuring, tutti prestigiosi e, soprattutto, azzeccati.

Notti Brave After di Carl Brave invece sembra concepito in modo differente. Le 7 tracce, sia per le sonorità che per le narrazioni, sembrano collegate meglio tra loro. Non è più un viaggio nella vita di Carl Brave, ma un focus di 7 canzoni che riguardano un periodo più breve. Verosimilmente, si tratta dei mesi successivi all’uscita di Notti Brave (alcune citazioni – tipo Sergio Ramos che ha rotto Salah – ce lo suggeriscono), ma non sappiamo con certezza se i brani presenti nel disco siano stati realizzati tutti dopo l’uscita di Notti Brave. Lo stesso Carlo, ha dichiarato di aver prodotto la strumentale di “Posso” il giorno dopo l’uscita di Notti Brave. Insomma, sono due progetti diversi, ma strettamente correlati tra loro.

Non a caso, in occasione dell’uscita di Notti Brave After, su Amazon è stata lanciata anche un’edizione Deluxe che contiene entrambi i cd (Notti Brave + Notti Brave After) all’interno di un packaging fighissimo che riproduce la facciata del Pantheon.

Notti Brave After di Carl Brave: Carlito’s way

L’elemento cardine del successo di Carl Brave, è che in realtà non ha mai smesso di lavorare. Anche dopo l’uscita del primo disco, Carlo ha continuato a produrre, alla ricerca di un sound ancora più intimo e personale.

Da Notti Brave After infatti, emerge la voglia di avvicinarsi sempre più al cantautorato italiano. Carl Brave, attraverso un sound più classico, ha intenzione di produrre una musica in grado di creare un’atmosfera più intima, uno storytelling più pacato e maturo.

In tal senso, i featuring con Luchè e Guè Pequeno assumono una grande importanza. Attraverso un gioco di contrasti, i due rapper riportano la musica di Carl Brave coi piedi sull’asfalto, dal centro di Roma ai quartieri di periferia.

Nonostante tutto, da Notti Brave After di Carl Brave emerge l’originalità di questo artista. Non si tratta più di rap, non parliamo nemmeno di “indie”; è semplicemente la musica di Carl Brave, che finalmente ha trovato la sua strada.

Leggi altre recensioni di Parlacomerappi

Leggi altri articoli su Carl Brave

Written by Alex