Intervista alla Sostanza Tossica, fuori con il mixtape “Mamma Ho Perso La Testa”.

Nella nostra intervista alla Sostanza Tossica, i rapper ci raccontano i retroscena del loro nuovo album, ricco di featuring interessanti e di riferimenti cinematografici.

Intervista alla Sostanza Tossica, un gruppo di rapper talentuosi con un grande bagaglio di esperienze alle spalle. Abbiamo ascoltato il loro nuovo album Mamma Ho Perso La Testa, pieno di rime, di fotta e di follia. La Sostanza Tossica ci racconta la nascita e i retroscena del loro ultimo progetto.

Ecco la nostra intervista alla Sostanza Tossica:

Avete alle spalle un lungo percorso che vi ha portato fino a Mamma Ho Perso La Testa Mixtape. Come ha preso forma il mixtape e cosa vi ha ispirato di più?
È partito tutto dal campionamento, da parte di sCh, di una musica di “Mamma, ho perso l’aereo” di John Williams, campionamento che ha dato alla luce la title track “Mamma ho perso la testa”. Da qui abbiamo deciso di realizzare un progetto che fosse composto per la maggior parte da beats con samples estrapolati da varie colonne sonore.

Inoltre abbiamo voluto inserire in ogni traccia del mixtape delle citazioni cinematografiche per stabilire un collegamento tra i brani. Quest’ultima è stata di gran lunga la cosa che ci ha ispirato di più e che ci ha spinto alla realizzazione di questo lavoro.

Oltre a molte collaborazioni con Santo Trafficante, nel disco troviamo Ilaria Spada, Marco Menichini, Gabba, Wave e Ca$his. Ci parlate un pò dei featuring che avete scelto?
Allora, Santo è il nostro produttore, lavoriamo con lui da fine 2013. Le sue strofe sono sempre state una garanzia… non poteva affatto mancare!

Ilaria è nostra cugina (dei fratelli Garozzo). Anche se pubblichiamo dischi da anni, non c’è mai stata l’opportunità di fare qualcosa insieme fino a quando, in occasione di una riunione di famiglia, parlando del più e del meno le abbiamo proposto di collaborare al brano  “Una lotta continua”.

Le è piaciuto ed è stata contenta di metterci del suo. Il pezzo in questione è una bonus track perché, in realtà, era già presente nel disco “Inchiostro Indelebile” della nostra vecchia crew “Tripla H” uscito il 20 Novembre 2014. Non avendo ultimato le riprese del video in tempo, abbiamo deciso di riproporlo in questo progetto come primo video ufficiale.

Marco l’abbiamo conosciuto nel 2013. Dopo aver partecipato a Sanremo Doc, lo contattammo tramite il suo manager via e-mail e gli facemmo sentire due brani: “Zero”, la canzone con la quale vincemmo l’evento e il pezzo a cui in seguito collaborò (“Tallone D’Achille”, traccia n°4 dell’album “Inchiostro Indelebile”). Gli piacquero tantissimo e ci sentimmo subito per telefono per curare di pari passo la lavorazione del brano. Tra di noi si è instaurato un bel rapporto, e quindi lavorare nuovamente insieme per questo progetto è stato un vero e proprio piacere.

Per quanto riguarda Gabba, l’abbiamo contattato sulla sua pagina ufficiale Facebook e gli abbiamo linkato 2 estratti di “Inchiostro Indelebile” chiedendogli di collaborare al nuovo progetto. Ha subito risposto positivamente e come avete potuto sentire ci ha regalato una strofona!

Wave è un membro della nostra crew “Cartello Di Roma”. Non avendo avuto la possibilità di collaborare in “SPQtR vol.1” primo mixtape della crew uscito l’8 marzo, abbiamo deciso di fare qualcosa insieme nel nostro progetto.

Ca$hisè un rapper che seguiamo. Basti pensare che “The Re-Up” e il suo ep “The County Hound” sono dischi con i quali siamo cresciuti. L’abbiamo contattato tramite e-mail, gli abbiamo fatto sentire la nostra roba, parlato del nostro progetto e di cosa avremmo voluto fare una volta ultimato il pezzo. È stato preso bene e che dire… è stato davvero un onore collaborare insieme!

Abbiamo nominato anche Ca$his, che ha militato nella Shady Records. Effettivamente molte sonorità dell’ album ci riportano con la mente al rap di Eminem. Fa parte dei guru del rap che vi hanno ispirato nel corso della vostra carriera?

Beh, i suoi dischi e quasi tutti i progetti usciti per la Shady Records e la G-Unit sono la Bibbia per noi, siamo molto affezionati a quel tipo di sound. Tuttavia, traiamo ispirazione anche da altri generi musicali.

In un momento in cui in Italia la trap sta spopolando, voi con questo disco proponete un rap sicuramente diverso dagli standard attuali. E’ stata una presa di posizione o avete intenzione di sperimentare anche stili molto diversi dal vostro?
Beh, a dire il vero, ci piace sperimentare. Infatti nel corso della nostra carriera abbiamo fuso il rap con diversi generi musicali come il blues e l’house. Per quanto riguarda la trap, a nostro avviso, spacca e in futuro abbiamo intenzione di fare qualcosa che si avvicini a questo sound ma, come con gli altri generi, per noi deve rimanere una cosa di contorno, ci piace il nostro stile.

Avete già altri progetti in cantiere? Potete già svelarci qualcosa?

No, per ora non c’è nessun progetto in cantiere. Ci stiamo concentrando solo ed esclusivamente sul mixtape. Comunque possiamo dirvi che ci sono news in arrivo. Invitiamo quindi tutti i lettori a seguirci sulla nostra pagina ufficiale www.facebook.com/sostanzatossicaofficial per restare aggiornati!

L’ intervista alla Sostanza Tossica vi ha già sviluppato una certa dipendenza eh?!

Written by Alex