Nella nostra intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe abbiamo approfondito tutti gli aspetti del loro album Memory, uscito il 18 Maggio 2018 a 4 anni di distanza dal loro ultimo lavoro.

Intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe

Durante l’intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe, è emersa subito la voglia dei due artisti di parlare del disco, fieri e consapevoli di aver realizzato un progetto accurato, dal quale emerge il loro background e la loro personalità.

Memory infatti, non è un disco qualsiasi. E’ un album con delle scelte stilistiche ben precise, sia nelle produzioni che nei testi.

L’intenzione, come dice il titolo dell’album, era di realizzare un disco in grado di restare impresso nella memoria delle persone. Se l’obiettivo è questo, la capacità di distinguersi di Johnny Marsiglia e Big Joe sarà sicuramente una carta vincente.

Le produzioni di Big Joe – che in realtà sono frutto di un lavoro in simbiosi con Johnny (come potete vedere nel video della nostra intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe) – sono assolutamente fedeli all’hip hop più classico e, al tempo stesso, utilizzano suoni moderni, in grado di creare un connubio perfetto tra le due dimensioni. Inoltre, molte strumentali di Memory sembrano finire e, invece, subiscono improvvisamente delle variazioni. Questo è un altro elemento che caratterizza il lavoro dei due artisti, sempre attenti a dare un tocco di ricercatezza alla loro musica.

Nella nostra intervista a Johnny Marsiglia, il rapper ci ha confermato molte delle impressioni che avevamo avuto ascoltando il disco. Johnny sfoglia i ricordi della sua vita track by track, ti lascia intraprendere un viaggio a tema sul concetto di memoria, in grado di darti la forza per andare avanti, ma anche di lasciarti ancorato al punto di partenza.

Il background artistico di Johnny Marsiglia emerge anche dalle citazioni, che spaziano da Fabri Fibra a Primo Brown, due artisti ai quali Johnny e Joe sono molto legati.

johnny marsiglia

Intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe: i featuring

Dalla tracklist si evince che all’interno di Memory ci sono pochissimi featuring. In un disco molto personale, aggiungere troppe collaborazioni poteva essere una scelta controproducente. Anche a livello qualitativo, la scelta dei soli Davide Shorty e Peter Bass è stata particolarmente azzeccata. I due artisti infatti, sono entrati in perfetta sintonia con il mood delle tracce, senza mai risultare invadenti nei confronti dell’album. Due collaborazioni di qualità, un valore aggiunto, ma fornito con discrezione.

Se le collaborazioni sono state scelte chirurgiche, l‘intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe invece ci svela che l’ordine della tracklist ha preso forma durante la realizzazione del disco, senza un criterio ben preciso.

big joe

Intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe: le canzoni

Nel momento in cui abbiamo realizzato l’intervista a Johnny Marsiglia e Big Joe, entrambi erano d’accordo: Passione è la canzone che li rende particolarmente orgogliosi. In effetti, come emerge dalla loro musica, la passione è l’ingrediente principale che ha portato alla realizzazione di Memory.

Ascoltando le canzoni, si ha la sensazione di assistere ad un continuo via-vai di ricordi, di contrasti tra il passato e il presente. In Memory c’è tanta Sicilia, tanto vissuto, ma anche tanti sguardi protesi in avanti. L’impressione è che questo sia il disco giusto per fare il grande salto.

<<…Vivere meglio vuol dire avere il tempo e le chance per alzarsi in volo e colpire il segno…>>

Ascolta GRATIS Memory di Johnny Marsiglia e Big Joe

Leggi le interviste di Parlacomerappi

 

Written by Alex