5 motivi per ascoltare justin di jesto

5 motivi per ascoltare Justin scelti dalla nostra redazione dopo aver ascoltato l’ ultimo album di Jesto.

Il disco di Jesto intitolato Justin è fuori dal 15 Aprile ed è l’ album più maturo e intimo del rapper romano.

5 motivi per ascoltare Justin: la nostra rubrica dei 5 motivi dà il benvenuto a Jesto, uno dei rapper che abbiamo seguito di più negli ultimi mesi. Justin è un album in cui Jesto mette a nudo anche i suoi lati più profondi, pur mantenendo il suo stile unico. Ma andiamo a vedere i 5 motivi per ascoltare Justin di Jesto, scelti da noi di Parlacomerappi.com.

5 motivi per ascoltare Justin di Jesto:

1- Il disco più bello

Justin è indiscutibilmente il disco più bello di Jesto. Questo è ciò che pensiamo noi (che a distanza di anni ancora ci fomentiamo ascoltando “il mio primo e ultimo disco”!), ma anche Jesto ha confessato apertamente di essere della stessa opinione. Se ricordate bene, prima dell’ uscita del disco Jesto fece una diretta Facebook durante la quale rispondeva alle domande dei fans. A più riprese, Jesto ha confermato che Justin è indubbiamente il disco più bello della sua carriera. Il suo ingresso in Maqueta Records ha contribuito a far uscire un disco di assoluta qualità rispetto ai lavori precedenti, dove spesso Jesto non poteva contare su un supporto del genere.

2- Maturità e intimità

Un’altra differenza rispetto ai dischi precedenti riguarda la maturità e l’ intimità di questo disco. Jesto ha deciso di mettere a nudo gli aspetti più intimi della sua vita in questo disco, creando un’ empatia unica con gli ascoltatori e ancor più speciale con i fan che lo seguono da sempre, che conoscono meglio alcuni temi della vita di Jesto grazie ai lavori precedenti. Il concept che c’è dietro alla nascita dell’ album è enfatizzato anche dalla copertina, che ritrae Jesto in primo piano, come se volesse parlare con lo sguardo. Uno sguardo così, non potrebbe mai tirare fuori un album banale. Infatti Jesto ci racconta i suoi disagi e i suoi dolori più grandi con dei pezzi che ti restano dentro anche quando hai finito di ascoltare il cd. Papà, Volo Solo o Crescendo sono gli esempi più eclatanti di quello che intendiamo. Tre capolavori.

3- Le rime geniali

Qui entriamo in un campo in cui Jesto è un assoluto maestro. Nei suoi dischi non sono mai mancate le rime geniali, le punchlines, le barre malate che da sempre contraddistinguono le canzoni di Jesto. Quello che abbiamo detto al motivo n.2 infatti, non vuol dire che Justin è un disco che te la fa prendere a male, anzi! Non riuscirai ad ascoltare tutto il disco senza farti sfuggire una risata. Tutto merito della genialità delle rime scritte da Jesto, che crea scenari paradossali e dà voce ai pensieri che nessuno ha il coraggio di dire. Mentre di Puttantour e del suo fantastico video abbiamo già parlato abbastanza! Le rime geniali di cui parliamo, comunque, non sono buttate nei pezzi a caso, tanto per colpire chi ascolta. I testi contenuti nel disco sono uno degli assoluti punti di forza dell’ album.

4- Musica

Chi ascolta Jesto da anni, sa che è in grado di fare pezzi di ogni genere, passando dal rap al cantato, dal freestyle all’ autotune, dall’ extrabeat al rap più lento e melodico. In Justin troviamo la trap e molto autotune, che si alterna spesso con la voce naturale di Jesto. Il disco però non risulta affatto monotono, perchè il mood cambia di canzone in canzone. Scusa Mamma ad esempio, è uno dei pezzi che suona più americano di tutto l’ album, però troviamo anche la chitarra nell’ intro di Papà, un pezzo molto più soft e intimo. In ogni caso il risultato non cambia, Jesto resta una bomba in entrambi i casi.

5- Papà

Non possiamo far finta che questa sia una canzone come tutte le altre. Papà è la canzone che Jesto ha dedicato a suo padre Stefano Rosso, morto nel 2008. Considerando l’ innumerevole quantità di testi scritti da Jesto, a distanza di anni è comprensibile quanto sia stato difficile rendere pubblico un dolore che fino a questo disco non si era mai palesato apertamente nelle canzoni precedenti. Questo sforzo, ha fatto emozionare migliaia di ragazzi che non sono riusciti a trattenere le lacrime mentre ascoltavano il cd e guardavano il live di Roma al Brancaleone. Questo è stato il brano preferito dall’ esercito dei Supershalli e anche Jesto la considera la sua canzone più bella in assoluto. In un genere in cui spesso i rapper fanno a gara a chi è più criminale, Jesto ci ha fatto capire che spesso le emozioni colpiscono con molta più forza delle armi.

Questi sono i 5 motivi per ascoltare Justin di Jesto che abbiamo scelto per voi. Ascoltate il nuovo album di Jesto e fateci sapere i vostri 5 motivi!!!

Written by Alex